Dieta mediterranea: i benefici di un’alimentazione sana

Comment

Alimentazione
Dieta mediterranea

Per mantenersi in forma e, soprattutto, tenere costantemente monitorata la propria salute, seguire una corretta alimentazione è indispensabile e offre sicuramente un’enorme fonte di vantaggi. Mangiare bene è infatti ideale non solo per il peso, ma anche per prevenire l’insorgere di fastidi allo stomaco, legati a ciò che assumiamo giorno dopo giorno, e di malattie non strettamente correlate al cibo. La più raccomandata da medici e nutrizionisti è la dieta mediterranea, che si distingue da tutti gli altri modelli alimentari per il corretto bilanciamento degli alimenti e la scelta di cibi tipici dell’area mediterranea.

I punti sui quali si basa principalmente questa tipologia di dieta sono:

  • un maggiore consumo di proteine vegetali rispetto a quelle animali;
  • una riduzione dei grassi saturi a favore di quelli vegetali insaturi;
  • una diminuzione della quota calorica globale;
  • un aumento dei carboidrati complessi a sfavore di quelli semplici;
  • un’elevata introduzione di fibra alimentare;
  • un abbassamento del colesterolo;
  • un maggiore consumo di carne bianca rispetto a quella rossa (una o due volte la settimana);
  • un prevalente consumo di pesce e legumi;
  • un consumo occasionale di dolci.

Inoltre, il modello mediterraneo prevede una significativa riduzione del consumo di insaccati, alcolici, zuccheri bianchi, burro, formaggi grassi, sale, margarina, caffè e strutto. Ma qualche rinuncia di tanto in tanto non pesa poi così tanto e per la salute, vale la pena provare; occorre solo abituarsi le prime settimane prima di rendere la novità parte della propria routine.

Perchè optare per una dieta mediterranea

Secondo studi scientifici, mangiare sano, equilibrato e rifarsi ai principi di una dieta mediterranea inciderebbe sulla riduzione della formazione di malattie cardiovascolari, tumori e altri gravi patologie. Inoltre, soprattutto per chi soffre di problemi intestinali, che siano aria nella pancia o difficoltà digestive, l’apporto di determinati cibi ricchi di fibre, acqua e vitamine è un valido strumento per migliorare la regolarità intestinale e diminuire disturbi come reflusso, aerofagia ed eruttazione.

Le principali patologie sulle quali la dieta mediterranea incide in modo positivo sono molteplici. Scopriamone insieme alcune più influenti.

Demenza

L’alimentazione gioca un ruolo di fondamentale importanza nell’insorgere della demenza, nel senso che esistono determinati alimenti che contengono delle sostanze in grado di proteggere alcune aree del cervello. Questi sono contemplati all’interno della dieta mediterranea che, per questo, dovrebbe essere seguita regolarmente già dopo i 40 anni.

Cancro

Sempre numerosi studi hanno accertato come un’alimentazione sana riduca la formazione di tumori più o meno gravi. La dieta mediterranea, che prevede un’alta assunzione di grassi insaturi, fibre, vitamine e oligoelementi, con azione anti-radicali liberi, sprigiona tutto il suo potere antinfiammatorio e antiossidante.

Sarcopenia

La sarcopenia consiste nella perdita di massa e funzione muscolare ed è strettamente collegata all’avanzare dell’età. Per prevenirla è consigliabile adottare, già in giovane età, uno stile alimentare completo e bilanciato accompagnato da una costante attività fisica, tutte regole strettamente collegate ad una dieta mediterranea.

Sindrome metabolica

La sindrome metabolica comprende tutte quelle condizioni che espongono un soggetto ad un rischio cardiovascolare, come obesità, diabete, ipertensione arteriosa, colesterolo cattivo alto. Optare per un’alimentazione tipica mediterranea riduce i rischi, perché mantiene equilibrati i valori del sangue.

Carenza di vitamine

La dieta mediterranea ha una forte azione protettiva dalle patologie croniche grazie all’apporto di vitamine, fondamentali per l’organismo. In questo modo, riesce a mantenere un corretto bilanciamento tra macro e micronutrienti e a conferire al corpo tutti gli elementi nutritivi fondamentali per evitare abbassamenti di pressione, cali glicemici o anemia.

Infarto

All’interno della dieta mediterranea si trova categoricamente l’olio di oliva che, secondo anche i pareri medici, aiuta a prevenire l’infarto del miocardio. Questo perché ha una forte azione antiossidante e diminuisce il colesterolo cattivo a favore di quello buono, prevenendo l’insorgere di malattie cardiovascolari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *