Salute dentale: i migliori consigli di prevenzione

Salute
denti

La salute dentale è importantissima e va curata costantemente, non solo nell’ottica del controllo annuale dal dentista. Negli ultimi anni, per fortuna, sono stati fatti dei passi da gigante per quanto riguarda le cure delle principali patologie. Tra le innovazioni più rilevanti rientrano senza dubbio i trattamenti mini invasivi come quelli descritti lanaplaser.it, pensati per risolvere il problema della parodontite.

Prima di arrivare ai trattamenti, però, è il caso di parlare di prevenzione. Quali sono i migliori consigli da seguire? Scopriamoli assieme nelle prossime righe di questo articolo.

Lavaggio dei denti

Lavare i denti dopo ogni pasto è un consiglio che viene ripetuto spesso quando si parla di prevenzione della salute orale. Attenzione, però: bisogna procedere nel modo giusto. Prima di tutto, è il caso di lavarsi trascorsa almeno mezz’ora dalla fine del pasto. Molto importante è anche fare attenzione ai tempi. I denti, sia quelli anteriori sia quelli posteriori, andrebbero spazzolato per almeno 2 o 3 minuti.

In merito a questo aspetto, è il caso di approfondire anche i consigli per la scelta dello spazzolino. L’optimum prevede il fatto di orientarsi verso quelli caratterizzati da una testina di dimensioni medio-piccole.

L’importanza del filo interdentale

Quando si parla dei consigli di prevenzione dedicati alla salute orale, un doveroso cenno deve essere dedicato al filo interdentale. Anche se molto spesso – sbagliando – lo si mette in secondo piano, il suo utilizzo è basilare. Grazie al filo interdentale, infatti, è possibile rimuovere in maniera profonda la placca.

Sono diverse le raccomandazioni da seguire nel momento in cui si punta a utilizzarlo al meglio. Un suggerimento molto importante prevede il fatto di passarlo non solo tra i denti, ma anche in prossimità del bordo gengivale. Attenzione: nel momento in cui si cambia lato, è opportuno avere la certezza di utilizzare una porzione di filo interdentale non ancora sporca.

Il valore della dieta

Una parentesi importantissima quando si parla di prevenzione della salute dentale deve essere dedicata alla dieta. Come mangiare per evitare di avere problemi ai denti? Premettendo il fatto che prima di apportare qualsiasi cambiamento alla propria alimentazione è il caso di consultare un esperto, ricordiamo che esistono diverse dritte generali da tenere presenti. Tra le principali, rientra il fatto di portare in tavola i formaggi (al netto di eventuali allergie o intolleranze). Come mai sono consigliati? Per via della presenza di calcio e fosfato, notoriamente fondamentali per la salute dei denti a lungo termine.

Inoltre, quando si parla di questi nutrienti si inquadrano degli alleati preziosi dell’equilibrio del pH del cavo orale. Un altro aspetto da ricordare riguarda il fatto che, quando si chiamano in causa i formaggi, si inquadrano delle fonti di proteine, nutrienti anch’essi cruciali quando si tratta di rinforzare lo smalto dei denti.

Un altro alimento che contribuisce a mantenere in salute i denti è lo yogurt. In questo caso, oltre che di calcio e proteine è il caso di parlare di probiotici. Questi batteri contrastano l’azione di quelli patogeni, con tutti i vantaggi del caso per quanto riguarda il mantenimento della salute delle gengive.

Come non chiamare in causa le verdure a foglia verde? Veri e propri elisir di salute, fanno benissimo anche ai fini della prevenzione della salute dentale. Come mai? Per via della presenza di vitamine e minerali. Entrando nel vivo dei nutrienti in questione, un doveroso cenno deve essere dedicato alle vitamine del gruppo B, considerate preziose per quanto riguarda la prevenzione dei disturbi gengivali soprattutto nelle donne in gravidanza.

Da non trascurare è anche l’apporto di frutta. Cibi come le mele, pur essendo caratterizzati dalla presenza di zuccheri, “compensano” con fibre e acqua. Inoltre, dati scientifici alla mano, la mela favorisce la salivazione e, di riflesso, l’eliminazione dei batteri dal cavo orale.