I Bambini Indaco: esistono?

Comment

Salute
bambini indaco

Cosa sono i Bambini Indaco

In questi ultimi anni si fa un gran parlare di bambini con particolari caratteristiche: dagli anni ’70 si parla dei cosiddetti Bambini Indaco di cui ha riferito e sostenuto l’esistenza per prima la parapsicologa Americana Nancy Ann Tappe, Secondo questa dottoressa esisterebbe una quantità di bambini dotati di particolari caratteristiche, soprattutto capaci di particolare empatia che avrebbero, secondo le teorie, il compito di migliorare il mondo. Questa teoria è stata ripresa e sviluppata da altri due parapsicologi americani Lee Carroll e sua moglie Jan Tober verso la fine degli anni ’90, alle soglie del nuovo millennio, pubblicando libri sull’argomento nei quali si sostenevano ancora una volta le capacità straordinarie di questi bambini, geniali, con proprietà comunicative straordinarie e dalla loro ricerca è nata una vera e propria scuola di pensiero che ha raccolto parecchie adesioni anche importanti ma senza il conforto di conferme scientifiche.

Perché “Bambini Indaco”?

Secondo teorie orientali di medicina tradizionale, il corpo umano ha delle “porte” energetiche di diversi livelli, dal più materiale al più sottile, spirituale, chiamati Chakra a cui corrispondono specifici colori; i Chakra più materiali sono accostati a colori più caldi, dal giallo, arancione, rosso per transitare verso colori più freddi, verde, blu, viola, indaco. sempre secondo la medicina orientale, in particolare quella indiana, il corpo umano è sempre circondato da un alone colorato, e il colore di questo alone, chiamato Aura, corrisponde al livello di spiritualità della persona e al suo stato di salute;

Alcune persone sarebbero in grado di vedere questo alone colorato, quindi di comprendere la spiritualità (non la religione) della persona e addirittura il loro stato di salute e gli parapsicologi che sostengono l’esistenza dei bambini Indaco sostengono di poter riconoscere questi particolari bambini grazie alla presenza dell’Aura di colore indaco, il colore che nella teoria dei Chakra corrisponde al massimo livello di qualità dell’energia, il più puro ed elevato. Non esiste nulla di scientifico in tutto questo ma in molti sostengono l’esistenza di questi bambini.

I figli delle Stelle

Recentemente, nell’ultimo decennio, è venuto alla ribalta il fenomeno dei “Figli delle Stelle”, bambini estremamente particolari che sembrerebbero il risultato di un salto evoluzionistico, in quanto mostrerebbero le caratteristiche dei geni, livelli di intelligenza notevolmente sopra alla media, caratteristiche emozionali alterate, più distaccati, meno empatici rispetto alla media dei bambini con capacità in matematica e materie scientifiche particolarmente sviluppate in maniera stupefacente ed inaspettata ma ancora più inquietante sarebbe una supposta capacità di comunicazione telepatica tra loro che sarebbe confermata da esperimenti svolti con questi Bambini. La cosa è inquietante: perché questi bambini hanno tali capacità che altri non possiedono? Qual è l’evoluzione che li porta a queste condizioni? Dobbiamo temere questa evoluzione o esserne felici? Di cos’altro possono essere capaci senza che ce ne rendiamo conto? In molti mettono in dubbio l’esistenza sia dei Bambini Indaco che dei “Bambini delle Stelle” a per molti sono una realtà innegabile che, tuttavia, viene negata,m probabilmente per non seminare il panico nella popolazione, per non creare sia fenomeni esaltanti sia timori irrazionali.

Realtà o fantasia? Scientificamente parlando, qualsiasi fenomeno che non sia supportato da una valida e riconosciuta teoria o da prove scientifiche, non può essere riconosciuto come reale ma anche l’agopuntura non ha alcun fondamento scientifico, eppure è accettata come valida terapia nel mondo medico e addirittura praticata in alcuni ospedali pubblici come ausilio in casi in cui la medicina classica, per diversi motivi, no può trovare applicazione. Questa è una contraddizione del mondo scientifico ma d’altronde ogni regola ha la sua eccezione. I Bambini indaco e i Figli delle Stelle Esistono veramente? E se si, perché, qual è il motivo della loro esistenza e la loro origine?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *