Le protesi dentali fisse e mobili: scopriamo le principali caratteristiche

Salute
protesi

Spesso e volentieri, per chi utilizza una protesi dentale mobile, una delle difficoltà principali è quella legata al fatto di abituarsi ad un simile strumento. Infatti, inizialmente uno dei problemi è legato alla sensazione di mobilità, ma sono da rimarcare anche le diverse preoccupazioni su quello che si può mangiare, ma anche come parlare usando una protesi dentale mobile.

Capita piuttosto di frequente che chi utilizza abitualmente una protesi dentale mobile abbia a che fare con una certa ansia nel rapportarsi con le altre persone. Una preoccupazione che si riferisce soprattutto al fatto che qualcuno può accorgersi della protesi mobile e che va a generare una notevole serie di insicurezze.

Quando si deve usare una protesi dentale?

Prima di tutto è necessario mettere in evidenza come le protesi dentali sono dei trattamenti odontoiatrici che dovrebbero essere sempre eseguiti solo ed esclusivamente da professionisti del settore, come ad esempio la Clinica Tarabini. L’esperienza di questa clinica offre la possibilità di sfruttare le tecnologie più avanzate e all’avanguardia per poter realizzare una protesi dentale perfetta per il sorriso di qualsiasi persona.

Capita spesso e volentieri di avere a che fare con un problema ben preciso, ovvero la mancanza di denti. Si tratta di una situazione che può essere fonte di preoccupazioni non solamente dal punto di vista puramente estetico, ma anche in relazione alla funzionalità della bocca e degli stessi denti chiaramente.

Sorridere potrebbe mettere in imbarazzo queste persone, ma nella maggior parte dei casi ci sono notevoli difficoltà per quanto riguarda la masticazione, ma anche la fonazione: in tutti questi casi, la cosa migliore da fare è quella di intervenire, seguendo i consigli di un esperto in materia.

Nel caso in cui il paziente dovesse soffrire di edentulismo, ecco che una delle possibili soluzioni è rappresentata dall’uso di una protesi dentale. Si sta ovviamente facendo riferimento a un dispositivo medico che offre la possibilità di effettuare la sostituzione dei denti che mancano con dei denti di natura artificiale. In questo modo, si può raggiungere anche un altro obiettivo fondamentale, ovvero quello di ripristinare il corretto funzionamento dell’apparato masticatorio.

I tipi di protesi

La protesi dentale può essere fissa piuttosto che mobile. Nel primo caso si tratta della tipologia maggiormente impiegata qualora dovessero mancare dei denti, dal momento che offre la possibilità di recuperare un aspetto che ricorda molto la dentatura tradizionale. La protesi viene chiamata fissa semplicemente per via del fatto. Che viene ancorata ai denti naturali tramite delle corone. Oppure, qualora ci fosse la necessità di sostituire vari elementi all’interno dell’arcata dentaria, sfruttando dei ponti.

Uno dei punti di forza principali della protesi dentale fissa è senz’altro quello di garantire un livello di stabilità molto più alto, anche per via del fatto di questi “raccordi”. Un altro vantaggio non indifferente è che le protesi dentale fisse si possono applicare non solamente sui monconi naturali, ma pure sugli impianti dentali.

D’altro canto, troviamo le protesi dentali mobili, che si caratterizzano per essere meglio conosciute con il termine di dentiere. Tra le principali caratteristiche troviamo il fatto di applicarsi direttamente alle gengive tramite un particolarissimo effetto ventosa. Questo effetto è legato alla forza adesiva che va a formarsi grazie all’azione combinata di gengiva, saliva e resina.

La protesi mobile ha il vantaggio di poter essere tolta in modo semplice e rapido direttamente da parte del paziente per potersi lavare i denti dopo ogni pasto. Un gran numero di pazienti, però, sono preoccupanti dal fatto di riuscire ad abituarsi a questo tipo di protesi dentale. In effetti, spesso e volentieri, possono insorgere diverse problematiche, tra cui quelle relative alla mobilità della protesi e la preoccupazione che qualcuno possa accorgersi del fatto di indossare tale dispositivo medico. Per evitare che la dentiera possa diventare motivo di imbarazzo si può usare, ad esempio, una crema adesiva che possa aumentare la stabilità del dispositivo, oppure prediligere nei primi tempi dei cibi morbidi, che evitano l’irritazione delle gengive.