Tecniche e Pratiche Energetiche per Corpo, Mente e Spirito

I Pericoli dell'Iperventilazione (Hof vs Buteyko)

Scritto da Guido • Lunedì, 8 febbraio 2016



Respirare troppo può causare danni all'organismo.
Ho voluto così testare gli effetti dell'iperventilazione su di me.



In caso di iperventilazione

un asmatico può avere un attacco d'asma

un iperteso può avere un attacco di cuore

un epilettico può avere una crisi epilettica

e così via... ogni problema di salute viene amplificato dall'iperventilazione.



E' stato riscontrato che l'aggravarsi di diverse patologie e condizioni precarie di salute è collegato ad un aumento del volume e della frequenza respiratoria.

Contrariamente a quello che si crede, respirare profondamente non fa bene alla salute, già dopo 5 minuti si vedono gli effetti negativi, a partire da un giramento di testa.

Ho testato personalmente l'HVPT (Hyperventilation Provocation Test) per 10 minuti, seguendo il ritmo del metodo respiratorio di Wim Hof con 30-40 inspirazioni forzate, espirazione completa e apnea vuota finchè si riesce... poi nuovo ciclo.

Il mio battito cardiaco è salito da 65bpm a 90bpm (quasi il 40%), ma in ogni fase di apnea vuota tornava ai livelli precedenti.

Durante l'iperventilazione i sintomi sono stati di vertigini, sensazione di bruciore sulla sommità della testa, formicolio.

Sconsiglio di provare il test (a questo punto anche la respirazione forzata di Wim Hof), se non sotto controllo medico ad asmatici, epilettici o ipertesi.



C'è una grande differenza tra l'apnea che si sviluppa con la tecnica respiratoria di Wim Hof (BHT Breath Holding Time) e la CP di Buteyko (Control Pause).


Dopo qualche minuto di ciclo respiratorio Hof la capacità di trattenere il fiato (BHT) aumenta drasticamente, ma questo non dimostra che il corpo sia ben ossigenato.


Questo può essere valutato solo con il test di ossigenazione CP, che richiede 3-5 minuti di riposo senza alcun controllo cosciente della respirazione.

Infatti la CP è connessa al modello respiratorio automatico o inconscio, che dipende dalla reale proporzione di ossigeno e anidride carbonica nel sangue.


Più anidride carbonica, significa più ossigeno disponibile e una CP più alta.


L'iperventilazione riduce i livelli di anidride carbonica e siccome l'urgenza di respirare arriva solo quando il livello di anidride carbonica nel sangue arterioso raggiunge uno specifico "punto di rottura" fisiologico, allora puoi trattenere il fiato per più tempo.

Questo non significa che il livello di ossigenazione sia alto.


Relazioni
tra pausa-controllo e stato di salute




  • 1-10 s - persone con forte criticità o in stato terminale, normalmente ospedalizzati

  • 10-20 s - persone con numerosi problemi e con uso di medicinali quotidiano

  • 20-40 s - la maggioranza delle persone, con salute debole ma senza problemi seri

  • 40-60 s - buona salute

  • oltre 60 s - salute ideale, poca necessità di sonno, altissimo livello di energia e incredibile chiarezza mentale.































    Pausa controllo < 30 s Pausa controllo > 50 s
    Livello di Energia
    Da molto basso a medio
    Alto
    Stato Mentale
    Confusione, ansia, depressione Focus, concentrazione e chiarezza
    Postura corretta
    Rara e con sforzo
    Naturale e automatica
    Sonno Oltre 7 ore; bassa qualità Meno di 5 ore; qualità eccellente





E-breathing




Ogni tipo di feedback e commento (positivo o negativo) è ampiamente gradito, utile per migliorare me stesso e il blog di 100Salute. Grazie!


| Top Exits (0)
Karma for this article:
Current karma: 3 of 5, 243 vote(s) 13410 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

0 Trackbacks

  1. Nessun Trackbacks

0 Commenti

Mostra commenti (Cronologicamente | Per argomento)
  1. Nessun commento
L'autore non consente commenti a questa notizia