Tisane per dormire, il rimedio naturale all’insonnia

Comment

Benessere
tisane per dormire

Dopo una lunga giornata spesa tra mille impegni e faccende il primo desiderio appena varcata la soglia di casa è quello di abbandonarsi al tepore di una doccia rilassante e sprofondare nel letto. Tuttavia, nonostante l’evidente stanchezza fisica e mentale, per molti è difficile riuscire a distrarsi e lasciarsi andare a un sonno ristoratore. Il tempo sembra dilatarsi quando il sonno tarda ad arrivare e ciò non fa che accrescere uno stato di agitazione sempre più difficile da controllare.

Se vi siete riconosciuti in questa descrizione allora probabilmente anche voi soffrite di insonnia. Come rimediare?

Buone prassi: dalle tisane per dormire alla corretta alimentazione

La prima buona prassi da rispettare per chi soffre di insonnia è non assumere sostanze eccitanti come caffeina e teina e consumare un pasto leggero prima di andare a dormire. I cibi pesanti, infatti, possano rallentare la digestione impedendo all’organismo di rilassarsi. Tra questi, i più sconsigliati sono i dolciumi, i cibi fritti e i carboidrati.

Se l’insonnia è un disturbo frequente allora potreste iniziare ad assumere una tisana rilassante poco prima di andare a dormire trasformando questo momento in una sorta di intimo rituale. Anche la sola preparazione della tisana, infatti, vi aiuterà a spogliarvi lentamente dello stress accumulato durante la giornata, sgomberando la mente dai pensieri che la offuscano. Pian piano, il profumo delle erbe lasciate in infusione per qualche minuto, inizierà a diffondersi tutt’intorno a voi, dandovi la sensazione di trovarvi nel bel mezzo di un prato fiorito, circondati dalla natura incontaminata. Anche in questo consiste il “magico” potere rilassante delle tisane per dormire!

Quali sono le tisane per dormire più efficaci

Una tisana molto conosciuta per i suoi effetti rilassanti è quella a base di valeriana, un’erba spontanea utilizzata anche a scopo alimentare e priva di controindicazioni mediche.

Altrettanto nota è la camomilla. Si tratta di un’erba spontanea facile da trovare nei campi e di cui si utilizza esclusivamente il fiore per preparare il decotto.

Molto simile è la tisana per dormire alla lavanda. Anche questa è una pianta assai diffusa nel nostro Paese e può essere facilmente coltivata in vaso o in giardino, oppure acquistata in erboristeria. La lavanda, lasciata in infusione per qualche minuto, rilascerà un aroma inconfondibile tutt’intorno a voi. Se chiuderete gli occhi, vi sembrerà di stare percorrendo gli sterminati campi viola della Provenza: una sensazione di benessere che coinvolgerà tutti i sensi!

I decotti a base di erbe rilassanti includono anche la passiflora, la melissa e il biancospino. L’uso di queste piante in campo medico è noto sin dai tempi più antichi. Il biancospino, infatti, placa la psiche e i turbamenti dell’animo; la passiflora, ovvero la pianta del frutto della passione, aiuta a ridurre lo stress e i dolori del corpo; infine, la melissa, una pianta molto cara alle api e che possiede proprietà antiossidanti, antispasmodiche e rilassanti.

Dunque, riuscire a migliorare alcune abitudini ed acquisirne altre più salutari è il primo passo verso un buon riposo e un ottimo risveglio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *