Adolescenti: un solo spinello modifica il cervello

Comment

Salute
come solo uno spinello possa recare danni gravi al cervello

I vecchi sessantottini ancora oggi pensano che farsi una canna ogni tanto non faccia poi male e questa loro convinzione porta a comportamenti di ampia tolleranza e giustificazione verso i giovani che lo fanno. Chi è cresciuto sull’onda di questa mentalità si trova oggi ad essere genitore di adolescenti. Qual è la situazione?

Il significato dello spinello

Prima ancora di interrogarci sulla nocività o sulla sua assenza relativamente allo spinello, bisogna fare alcune considerazioni circa il suo uso. Intanto va detto che si tratta di una droga, una sostanza definita psicotropa, ovvero capace di indurre modificazioni sensoriali e nel comportamento di chi fuma lo spinello.

Per questo motivo la legge non fa grandi differenze tra chi si mette alla guida sotto effetto di uno spinello o di altre sostanze psicotrope: in ogni caso l’alterazione provocata non consente la guida sicura con rischio proprio e per gli altri

Già solo questo dovrebbe essere sufficiente a far comprendere come lo spinello non sia una cosa innocua ma con tutti i pericoli tipici delle droghe in generale.

Se anche volessimo considerare lo spinello poco più di una sigaretta, cosa che non è, perché lo si fuma? In gioco c’è la trasgressione tanto ricercata dai ragazzi d’oggi, la ricerca dello “Sballo”, dello stato alterato, di sensazioni nuove che estranino dalla realtà.

Il pericolo dello Spinello

Forse il pericolo ancora maggiore nel fumare uno spinello è proprio in quest’ultimo punto. Accettare di usare uno spinello per alterare le proprie sensazioni significa superare la soglia tra ciò che è accettabile e normale e ciò che è trasgressivo e una volta superata questa soglia, provare altre vie diventa una quasi logica conseguenza, i freni sono mollati.

Gli Adolescenti sono maggiormente a rischio per la loro propensione alla trasgressione, per il carattere ancora troppo influenzabile dal “gruppo”, per la predisposizione naturale a fare il contrario di quanto viene loro raccomandato di fare o non fare.

Un’indagine internazionale pubblicata sul Journal of Neuroscience ha dimostrato, ponendo sotto studio 46 ragazzi 14enni che hanno ammesso il consumo di cannabis una o due volte soltanto nella loro giovane vita, modificazioni nel cervello assenti in chi invece non ha mai fatto uso di queste sostanze.

Modificate sono strutture deputate all’elaborazione delle emozioni, all’apprendimento e della formazione della memoria. Tutto questo soltanto con uno spinello, c’è da immaginarsi la davastazione cerebrale con un uso più frequente e regolare.

I Genitori di oggi devono essere meno tolleranti e indulgenti nel consumo di spinelli da parte dei loro figli, mantenere un controllo più stretto sui comportamenti degli adolescenti che non vuol dire essere punitivi ma educativi, fautori di un vero dialogo e portando fatti scientifici relativi alla cannabis ai figli che non ne sono consapevoli, mostrando quelli che sono le conseguenze cui i figli possono andare incontro.

Cosa porta al consumo di droghe?

Le droghe in generale entrano in circolo nel sangue e vanno a devastare, quale più, quale meno, l’organismo. Due soprattutto gli organi devastati: il fegato e il cervello. Gli utilizzatori di droghe sono chiamati anche “Tossicodipendenti“, ovvero dipendenti da sostanze tossiche.

Questo dice già tanto: la droga è sempre tossica, è un veleno che in quanto tale colpisce il fegato, organo deputato a neutralizzare le tossine in circolo. Quando la quantità di sostanze tossiche superano la capacità di elaborazione del fegato, questo comincia a morire, in alcuni casi anche in poche ore, conducendo a morte la persona.

Relativamente al cervello, le droghe portano ad una produzione oltre la norma di dopamina, una proteina che induce il senso del piacere nel cervello. Questo porta la persona che consuma droga a continuare la ricerca di tale piacere ma se l’assunzione si interrompe, il crollo della dopamina porta a terribili dolori, crisi di panico, alterazione delle funzioni intellettive.

Per questo motivo occorre evitare il consumo anche una sola volta anche solo di uno spinello, per non attivare una spirale che può diventare pericolosa. Le alterazioni del cervello sono reali, documentate, devastanti, il piacere è solo una sensazione effimera e ingannevole che ti porta alla perdizione di te stesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *