Tecniche e Pratiche Energetiche per Corpo, Mente e Spirito

L'importanza della Vitamina D3

Scritto da Guido • Martedì, 24 novembre 2015

Un buon livello di vitamina D è un requisito fondamentale per migliorare l'efficacia del proprio sistema immunitario.

La vitamina D è infatti l'integratore più importante che ci sia e del quale siamo in assoluto più carenti.

Agisce su oltre 1000 geni diversi e serve da substrato per ormoni vitali quali testosterone, ormone della crescita ed estrogeni.

Modera le funzioni immunitarie e le infiammazioni.
Assiste al metabolismo del calcio e la formazione delle ossa.
Se abbiamo ossa e denti deboli, probabilmente c'è una carenza di vitamina D3

Questa è una delle poche vitamine che l'organismo si auto-produce, grazie all'azione attivante del sole, ma per averne a sufficienza occorrerebbe perlomeno praticare il naturismo (nudismo).

Quindi è in carenza la maggior parte delle persone, complice lo stile di vita che ci porta a coprirci ed a vivere la maggior parte del tempo fuori dall'influenza diretta del sole.

Secondo studi recenti pare che la quantità di vitamina D necessaria sia pari a 1000 UI ogni 25 libbre di peso (11,34 kg), oppure 90 UI ogni kg. Ma questa stima probabilmente potrebbe essere ritoccata al rialzo.

Una persona di 70 kg, come me, avrà quindi un fabbisogno di circa 6200-6300 UI.


FONTI DI VITAMINA D


SOLE

La fonte principale di Vitamina D è l'esposizione solare. I raggi ultravioletti UVB stimolano la produzione di Vitamina D, ma tali raggi non passano attraverso il vetro, non passano quindi attraverso le finestre, per quanto ampie possano essere nè attraverso il parabrezza dell'auto.

Si pensi che mezz'ora di sole estivo di mezzogiorno può determinare la produzione di circa 20.000 UI di Vitamina D.

La vitamina D è liposolubile, per cui la sovrapproduzione estiva viene accumulata nei grassi.


ALIMENTAZIONE



  • Olio di fegato di merluzzo (1 cucchiaio) 1600 UI

  • Sardine in scatola (100 g) 500 UI

  • Salmone cotto (100 g) 360 UI

  • Sgombro cotto (100 g) 345 UI

  • Tonno in scatola (100 g) 235 UI

  • Quantità considerevolmente inferiori sono contenute nel tuorlo d'uovo (20 UI), nel fegato di manzo (15 UI in 100 g) e nel formaggio.


RUOLO DELLA VITAMINA D


La vitamina D favorisce il riassorbimento di calcio a livello renale, l'assorbimento intestinale di fosforo e calcio ed i processi di mineralizzazione delle ossa e dei denti ed anche di differenziazione di alcune cellule dell'epidermide e in alcune funzioni neuromuscolari.

Agisce secondo le caratteristiche proprie degli ormoni steroidei: entra nella cellula e si va a legare ad un recettore nucleare che va a stimolare la produzione di varie proteine, specie trasportatori del calcio.

La regolazione dei livelli di calcio e fosforo nell'organismo avviene insieme all'azione di due importanti ormoni: la calcitonina ed il paratormone.  Detiene anche un'azione antiproliferativa.



>>Continua a leggere "L'importanza della Vitamina D3"

| Top Exits (0)
Karma for this article:
Current karma: 2.66 of 5, 407 vote(s) 10102 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Stimolare la Pituitaria per Perdere Peso

Scritto da Guido • Giovedì, 17 settembre 2015

A volte la sola attività fisica non basta per perdere peso, deve avvenire un cambiamento più profondo.

Un'ottima cosa è intervenire con le tecniche energetiche, in particolare con la normalizzazione del meridiano Triplice Riscaldatore, la stimolazione dei punti di rinforzo della milza e il massaggio linfatico.

Quando praticare queste tecniche?



  • Appena sveglio


  • Prima dell'attività fisica


  • Dopo l'attività fisica


  • Prima di andare a dormire


Pratica anche la routine energetica quotidianamente.

Tutto ciò manterrà il flusso delle energie nella direzione corretta anche durante l'esercizio.

A volte diete ed esercizio danno risultati strabilianti, altre volte non danno alcun effetto.

Anzi si riduce il cibo consumato e il corpo ne accumula di più per paura di una "carestia"!

Con l'età i flussi ormonali cambiano, l'orologio biologico continua incessante con il suo tic-tac.

La secrezione di certi ormoni rallenta o si ferma completamente.

Uno dei cambiamenti che avvengono è che la ghiandola pituitaria, la ghiandola che sercerne l'ormone della crescita (GH Growth Hormone) o ormone somatotropo (che tra l'altro brucia il grasso rapidamente e permette una veloce crescita muscolare) diminuisce il rilascio di GH del 30% intorno ai 30 anni e del 90% intorno ai 40 anni.


 



>>Continua a leggere "Stimolare la Pituitaria per Perdere Peso"

| Top Exits (0)
Karma for this article:
Current karma: 2.91 of 5, 163 vote(s) 7347 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!