Tecniche e Pratiche Energetiche per Corpo, Mente e Spirito

2.17 La Pratica dei Dondolii Elimina la Tensione

Scritto da Guido • Sabato, 14 gennaio 2017 • Commenti 0 • Categoria: REPORTS
Continuano studio e pratica delle tecniche energetiche ed in particolare del Taijiquan.

Continuo con le tecniche di base, non ho ancora cominciato a praticare la forma, ma sto allenando alcuni movimenti di dondolio, che sciolgono le tensioni nelle spalle e nelle anche.

Uno dei dondolii, che si chiama il dondolio dell'orso, ha il vantaggio di sviluppare la percezione e la concentrazione dell'energia nell'area pelvica. Io lo trovo assolutamente rilassante. E dove c'è il rilassamento fisico, l'energia può fluire meglio.

Anche il dottor Bates consigliava i dondolii per rilasciare le tensioni visive. Quindi faccio una tecnica utile sia per la vista sia per l'amplificazione energetica.

Oltre alle tecniche di scioglimento articolare non faccio altro che la meditazione in piedi con posture statiche, "sciogliendo" le tensioni nella parte alta del corpo e facendole scivolare nella zona addominale (dantian).

Per quanto riguarda il livello energetico sto meditando molto anche nella posizione seduta. Ogni giorno faccio un'asana dello yoga appositamente per sbloccare le tensioni nelle anche e poter arrivare il prima possibile alla posizione del loto (padmasana).


>>Continua a leggere "2.17 La Pratica dei Dondolii Elimina la Tensione"

| Top Exits (0)
Karma for this article:
Current karma: 2.98 of 5, 449 vote(s) 4329 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

36.16 Un'Esplosione di Energia, Concentrazione e Produttività

Scritto da Guido • Giovedì, 8 settembre 2016 • Commenti 0 • Categoria: REPORTS
Non so se avete mai visto il film Limitless, ma io mi sto sentendo un po' come quando il protagonista Eddie Morra prende la pillola di NZT e le sue capacità cerebrali aumentano considerevolmente.

Credo che ciò sia dovuto alle piccole implementazioni che sto facendo durante la giornata, come bere più acqua, mangiare a colazione, attività fisica intensa e ridurre il più possibile la sedentarietà.


Oppure forse è il residuo dei 4 giorni di kung-fu della settimana precedente?

O il tempo dedicato al qigong? O alla respirazione ridotta in stile Buteyko?

Non lo so, ma proprio come all'inizio del film io non riesco più a sopportare disordine e sporcizia. Non mi devo sforzare per essere ordinato e produttivo... è una spinta interiore al fare.

Tutto finisce al suo posto, butto via l'inutile e pulisco, pulisco, pulisco.

Inoltre la mia forza di volontà è schizzata alle stelle.  Cose che non ho mai fatto prima. Io normalmente ero un gran disordinato e procrastinatore. Facevo le cose quando non potevo più rimandarle.


>>Continua a leggere "36.16 Un'Esplosione di Energia, Concentrazione e Produttività"

| Top Exits (0)
Karma for this article:
Current karma: 2.90 of 5, 570 vote(s) 5117 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

33.16 Un'Ora al Giorno di Allenamento Fisico Intenso

Scritto da Guido • Giovedì, 18 agosto 2016 • Commenti 2 • Categoria: REPORTS
L'esperimento di questa settimana è stato quello di inserire nella mia routine un'ora di allenamento fisico intenso.

E con intenso intendo dire che doveva avere un'importante azione sul sistema cardiovascolare e sulla sudorazione.


A seguire una bella doccia fredda in stile Wim Hof e durante il giorno ho continuato con i 3 litri di acqua al giorno dell'esperimento della settimana precedente.

Materiale


  • Maschera per la respirazione ridotta

  • Trampolino - Rebounder

  • Applicazioni per lo Smartphone

  • "Path of Warrior" con serie di esercizi ispirati alle arti marziali, ed obiettivi di allenamento inerenti struttura, combattimento, resistenza, velocità e flessibilità.
    "Running" per la corsa (usando la maschera per la respirazione ridotta)

    Risultati attesi

    Aumento di energia e vitalità



    >>Continua a leggere "33.16 Un'Ora al Giorno di Allenamento Fisico Intenso"

    | Top Exits (0)
    Karma for this article:
    Current karma: 2.95 of 5, 1073 vote(s) 4529 hits
    Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

    21.16 Così Ho Raggiunto il Vuoto Mentale

    Scritto da Guido • Giovedì, 26 maggio 2016 • Commenti 0 • Categoria: REPORTS
    Finalmente ho cominciato a raggiungere un vuoto perfetto durante la meditazione.

    MENTE

    Meditazione

    Nelle ultime settimane mi sono dedicato a liberare la mente da tutti i pensieri, sviluppando uno stato puramente percettivo e senza filtri. Qui e adesso.

    Ho utilizzato molto le induzioni della prima parte del Silva Mind per ottenere un buon ritmo alfa stabile e poi l'approfondimento. Il tutto ancorato con un particolare mudra delle mani.

    Poi sono passato al ritmo respiratorio Buteyko, calmo e regolare, poca aria ed un respiro rallentato. E da qui come un ponte il respiro mi ha traghettato verso il vuoto mentale.

    Ho percepito una grande espansione di me stesso tutto attorno a me... nello spazio, ma senza spazio. Una sensazione difficile da spiegare a parole, ma uno stato molto molto bello.
    Vuoto... ma totalmente pieno.

    A volte quando perdo lo stato ritorno alla consapevolezza del respiro.  Continuerò nelle prossime settimane a stabilizzare lo stato.


    Mindfulness

    Pratica di segment intending durante la giornata, soprattutto applicata all'esecuzione di tecniche energetiche.


    >>Continua a leggere "21.16 Così Ho Raggiunto il Vuoto Mentale"

    | Top Exits (0)
    Karma for this article:
    Current karma: 2.71 of 5, 221 vote(s) 5513 hits
    Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

    20.16 Goditi il Viaggio!

    Scritto da Guido • Giovedì, 12 maggio 2016 • Commenti 0 • Categoria: REPORTS
    SanTiShiSettimana dedicata a porre le basi della pratica energetica, seguendo la mia passione per le arti marziali interne.


    Da oltre 20 anni pratico arti marziali, ma quest'anno mi sto appassionando all'aspetto più "misterioso" di alcune di esse: le arti marziali interne.

    Non mi interessa il loro aspetto marziale, difensivo o di combattimento, mi interessa indagare l'aspetto energetico e mentale.

    Potrei anche fare un buco nell'acqua, ma perchè evitarmi il gusto della scoperta per un paio di convinzioni negative? E allora mente aperta e curiosità da bambino!


    MENTE


    Meditazione

    Ho continuato la meditazione quotidiana muovendomi verso la ricerca della profonda calma mentale ed il silenzio interiore.  Non è un compito facile, ma quando raggiungo il silenzio interiore mi pervade una grande sensazione di benessere ed espansione.
    Passa quindi da una disciplina ad un piacevole momento di pace interiore.

    La pratica della mindfulness durante il giorno mi ha permesso di allenare questo stato di attenzione che trovo necessiti una grande quantità di energia, altro motivo per cui ho ripreso a fare sessioni specifiche di respirazione Buteyko.

    ENERGIA

    Il rilassamento fisico è la prima chiave della pratica energetica, così mi sono dedicato alla pratica dello
    Zhan Zhuang o meditazione in piedi, attraverso l'uso di due posizioni statiche mutuate dallo xingyiquan.
    Ho percepito fin dalle prime sessioni un intenso pulsare soprattutto alle estremità (mani e piedi).

    Nella pratica delle posizioni statiche del taijiquan ho invece portato la mia consapevolezza soprattutto al centro energetico del Dantien (o Hara) dove si è sviluppato un intenso calore.

    Oltre alle posizioni statiche, ho eseguito semplici movimenti di oscillazione con spostamento del peso, sia a mani nude, sia con la spada.
    Soprattutto l'esercizio a mani nude ha sviluppato un'intensa sensazione cinestesica e di pressione tra le mani.


    >>Continua a leggere "20.16 Goditi il Viaggio!"

    | Top Exits (0)
    Karma for this article:
    Current karma: 2.73 of 5, 388 vote(s) 4990 hits
    Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!