Tecniche e Pratiche Energetiche per Corpo, Mente e Spirito

Stili ed Obiettivi della Meditazione

Scritto da Guido • Mercoledì, 21 settembre 2016
MeditazioneNon esiste un solo tipo di meditazione. Per cui quando qualcuno vuole cominciare a meditare deve sapere quello che desidera ottenere dalla meditazione.


Ci sono molti, molti differenti stili, con differenti obiettivi... e siccome tutte le forme di meditazione sono basate su stati alterati di coscienza, ci sono molti tipi differenti di stati alterati.

E allora quale tipo di tecnologia che costruisce un ponte fra le tue menti vuoi?E qual è il tuo obiettivo?


Rilassamento, preghiera, entrare nel silenzio per ricevere, imparare a connette gli emisferi destro e sinistro, visualizzazione, chiaroveggenza (remote viewing), chiarosenzienza (consapevolezza cinestesica a distanza), guarigione a distanza, manifestazione....


Ma prima di meditare occorre sedare la reazione fuga-combattimento.

E poi servono allenamento ed esperienza.


Ma il primo passo di ogni meditazione è sempre il rilassamento fisico...


... ad esempio qualcosa come il training autogeno (J. Schultz, 1922) o il rilassamento progressivo di E. Jacobson (1937) o il Relax Lungo di Josè Silva (1966).


Quando il meridiano Triplice Riscaldatore è sovraeccitato allora sono necessarie molte cose prima che si possa ottenere un buon rilassamento fisico.


E poi è importante comprendere tutti i benefici ed i vantaggi che si ottengono da quel tipo di meditazione per avere la motivazione per praticare con costanza fino all'ottenimento dei risultati attesi.


Il tipo di meditazione scelto deve poi includere le proprie convinzioni ed i propri valori.

Ad esempio la preghiera può essere un tipo di meditazione non adatta per un ateo.


Con le giuste condizioni si può costruire un ponte fra conscio ed inconscio.


>>Continua a leggere "Stili ed Obiettivi della Meditazione"

| Top Exits (0)
Karma for this article:
Current karma: 2.96 of 5, 958 vote(s) 6326 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

I Sette Benefici dell'ImageStreaming

Scritto da Guido • Martedì, 10 novembre 2015

L'ImageStreaming è una tecnica sviluppata da Win Wenger, una persona che ha dedicato la vita allo studio delle tecniche di apprendimento accelerato e di sviluppo di un'intelligenza globale.

Il suo lavoro si può trovare nel sito Project Renaissance o nei suoi oltre 50 libri dedicati all'argomento.

L'ImageStreaming o flusso di immagini porta con sè innumerevoli benefici tra cui:

1. Aumenta la creatività e l'originalità

2. Aiuta a risolvere i problemi trovando le migliori soluzioni

3. Migliora la comprensione delle situazioni

4. Aumenta notevolmente il QI (Quoziente Intellettivo)

5. Migliora la capacità di visualizzazione (sensi interiori)

6. Sviluppa sinestesie tra i sensi e migliori connessioni cerebrali

7. Sviluppa migliori capacità espositive e comunicative

In realtà ne esistono molti altri, un po' più connessi alle capacità psichiche dell'individuo, in cui per ora non voglio addentrarmi.


>>Continua a leggere "I Sette Benefici dell'ImageStreaming "

| Top Exits (0)
Karma for this article:
Current karma: 2.60 of 5, 223 vote(s) 9055 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

La Rianimazione Neurologica nel Kyusho in 5 Fasi

Scritto da Guido • Sabato, 19 settembre 2015
Il Kyusho è l'arte di colpire i punti di pressione dell'agopuntura.

Quando una persona viene colpita nel modo corretto subisce uno shock neurologico per sovraccarico di uno o più nervi e va K.O perdendo coscienza.

Occorre seguire una precisa procedura di riattivazione per risvegliare la persona svenuta..

1. Incrociare le sue gambe

... in modo che l'energia che fluisce in basso verso le sue gambe venga bloccata e re-inviata verso l'alto.

Se le gambe rimangono rigide occorre dare un colpo dietro al ginocchio e piegarle.


2. Incrociare le sue braccia

... in modo che l'energia fluisca dalle braccia verso la testa.


3. Sorreggere la sua testa

... e sollevare il tronco, appoggiando la sua schiena contro il nostro ginocchio e tenendo il suo mento con una mano.

4. Colpire il nervo spinale sulla nuca con una mano dalla parte opposta a quella in cui è avvenuto il colpo di pressione.

Se non si riattiva immediatamente, attendere qualche secondo e colpire nuovamente.

Occorre prestare attenzione a non colpire altri punti ai lati della spina dorsale perchè potrebbe essere molto pericoloso.

5. Riattivare il flusso dell'energia dal bacino verso l'alto per tre volte nei due emisferi cerebrali. E massaggiare la parte posteriore del collo per riattivare il flusso corretto.

NOTA BENE: Kyusho e Dim-Mak sono molto pericolosi, la pratica va fatta esclusivamente con la guida di un istruttore esperto.


>>Continua a leggere "La Rianimazione Neurologica nel Kyusho in 5 Fasi"

| Top Exits (0)
Karma for this article:
Current karma: 2.74 of 5, 188 vote(s) 13046 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!