Tecniche e Pratiche Energetiche per Corpo, Mente e Spirito

42.16 Centratura in 3 Respiri - 1° Passo alla Mindfulness

Scritto da Guido • Giovedì, 20 ottobre 2016 • Commenti 0 • Categoria: REPORTS

Settimana molto impegnativa tra riunioni, corsi e appuntamenti di lavoro. Ho avuto poco tempo, salvo il weekend per praticare le mie routines, pertanto mi sono dedicato maggiormente alla mindfulness, allo stare presente qui ed ora.

Fortunatamente è una pratica che non necessita di un apposito spazio o tempo ma può e deve essere praticata in ogni contesto.

Inoltre è ottima per aumentare il livello di energia disponibile e per ridurre le "perdite" energetiche, normalmente dovute a emozioni incontrollate o ad un eccessivo ed instabile flusso di pensieri.

Ci sono sei passi da affrontare nello sviluppo della mindfulness e voglio affrontarne uno a settimana.

Il primo è legato alla respirazione: "Centrarsi con il respiro".

Imparare come osservare significa innanzitutto mettersi nella posizione dell'osservatore. La maggior parte del tempo durante la giornata agiamo e soprattutto reagiamo a stimoli esterni (suoni, odori, azioni, parole, persone, eventi) o interni (emozioni, pensieri, sensazioni fisiche).

Ma per passare da attori (o meglio re-attori) coinvolti ad osservatori dobbiamo prima e soprattutto sapere come centrare noi stessi.

Così, proprio come fa un pianista che si "centra" davanti alla tastiera prima di un concerto, noi possiamo fare alcuni respiri.


>>Continua a leggere "42.16 Centratura in 3 Respiri - 1° Passo alla Mindfulness"

| Top Exits (0)
Karma for this article:
Current karma: 2.91 of 5, 518 vote(s) 10376 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

39.16 Richiamare Rapidamente gli Stati Mentali Desiderati

Scritto da Guido • Giovedì, 29 settembre 2016 • Commenti 0 • Categoria: REPORTS
La settimana scorsa ho sperimentato continuamente la creazione di stati mentali ed emotivi potenzianti. Questa settimana ho giocato a "salvarli" e richiamarli a comando.

In PNL (Programmazione Neurolinguistica), questa tecnica è conosciuta come ancoraggio. Ma non l'ha scoperta la PNL.

Tantissime scuole antiche utilizzavano, ben prima della PNL, mantra o formule, mudra o gesti rituali con le mani ed immagini per rievocare stati a comando, come scorciatoie.

E non sono cose nuove. Politici, conferenzieri, venditori e pubblicitari conoscono benissimo l'arte dell'ancoraggio.

Pensa ad un bravo venditore, che ti fa provare stati positivi molto intensi e poi TAAAC! li associa al prodotto che ti vuole vendere. E tu compri il prodotto per poter avere ancora quello stato emozionale (per esempio sicurezza, comfort, status-symbol, avventura... basta che guardi un po' di pubblicità con occhio critico e te ne renderai conto).





>>Continua a leggere "39.16 Richiamare Rapidamente gli Stati Mentali Desiderati"

| Top Exits (0)
Karma for this article:
Current karma: 2.88 of 5, 759 vote(s) 4933 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Meditare Non è Come Ti Hanno Detto...

Scritto da Guido • Giovedì, 31 marzo 2016
Ecco una semplice descrizione del classico processo di meditazione.


1. Stai immobile. L'immobilità esteriore porta all'immobilità interiore.

2. Rilassati. Solo lasciati andare.

3. Non dare attenzione a niente di particolare. Rimani sveglio.

4. Lascia che la felicità emerga spontaneamente.

Ma questo è un processo che non funziona! Almeno non per me. Per me questa non è meditazione... ma solo una parte del processo meditativo.

Noi abbiamo un corpo fisico.

Un corpo eterico (energetico).

Un corpo emozionale.

Un corpo mentale.


Il rilassamento fisico (eseguito correttamente) viene prima.
Sempre che non ci sia ancora da abbattere la tensione emotiva legata a qualche evento che causa stress.

A seconda del movimento delle energie occorre praticare un reset al sistema e fare in modo che le tecniche emozionali cancellino o riducano lo stress latente.

Questa è psicologia energetica... questa è medicina energetica e qui è dove le energie della guarigione intervengono.

Qui è dove è possibile eseguire le rotazioni della testa e del collo consigliate anche da Edgar Cayce.



>>Continua a leggere "Meditare Non è Come Ti Hanno Detto..."

| Top Exits (0)
Karma for this article:
Current karma: 2.89 of 5, 516 vote(s) 6361 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

L'Attivazione del Sistema Endocrino

Scritto da Guido • Martedì, 22 settembre 2015

Il sistema endocrino collabora con il sistema nervoso al mantenimento dell'equilibrio psicosomatico.

Il funzionamento del sistema nervoso e del sistema endocrino sono strettamente connessi per la salute del corpo, della mente e dello spirito.

Nella tradizione dello yoga questo aspetto era ben conosciuto, infatti i chakra sono connessi sia ai plessi nervosi sia alle ghiandole del corpo.

Lavorando sui chakra, attraverso visualizzazioni, suoni e posture, si stimolano le ghiandole endocrine.

Ciò che propongo qui è un altro lavoro di visualizzazione dinamica come quello sul sistema nervoso, questa volta con l'intenzione di ottimizzare il funzionamento del sistema endocrino ed immunitario.


>>Continua a leggere "L'Attivazione del Sistema Endocrino"

| Top Exits (0)
Karma for this article:
Current karma: 2.90 of 5, 919 vote(s) 4457 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Segreti di un Miglioramento Istantaneo nello Studio

Scritto da Guido • Martedì, 15 settembre 2015
E' possibile usare l'ìpnosi per migliorare la motivazione allo studio?

Un buon modo per usare l'ipnosi è programmarsi per ogni volta che vogliamo imparare qualcosa.

Tutto quello che devi fare è creare un'ancora visiva / auditiva / cinestesica che puoi attivare giusto prima della fase di apprendimento o di studio.

Poi crea un'altra ancora per ricordare tutto il materiale imparato in trance, per un facile e rapido recupero delle informazioni.

Ad esempio: "Ogni volta che voglio focalizzarmi al 100% su quello che il professore / la persona / l'esperto sta dicendo, tutto quello che devo fare è unire le mie tre dita (dal Silva Mind Control), fare un respiro profondo e portarmi avanti nella mia sedia (NLP - Modellamento dell'Eccellenza)".

"E tutto quello che devo fare per recuperare il materiale imparato è..."


>>Continua a leggere "Segreti di un Miglioramento Istantaneo nello Studio"

| Top Exits (0)
Karma for this article:
Current karma: 2.81 of 5, 393 vote(s) 46546 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!