Tecniche e Pratiche Energetiche per Corpo, Mente e Spirito

Stili ed Obiettivi della Meditazione

Scritto da Guido • Mercoledì, 21 settembre 2016


MeditazioneNon esiste un solo tipo di meditazione. Per cui quando qualcuno vuole cominciare a meditare deve sapere quello che desidera ottenere dalla meditazione.


Ci sono molti, molti differenti stili, con differenti obiettivi... e siccome tutte le forme di meditazione sono basate su stati alterati di coscienza, ci sono molti tipi differenti di stati alterati.

E allora quale tipo di tecnologia che costruisce un ponte fra le tue menti vuoi?E qual è il tuo obiettivo?


Rilassamento, preghiera, entrare nel silenzio per ricevere, imparare a connette gli emisferi destro e sinistro, visualizzazione, chiaroveggenza (remote viewing), chiarosenzienza (consapevolezza cinestesica a distanza), guarigione a distanza, manifestazione....


Ma prima di meditare occorre sedare la reazione fuga-combattimento.

E poi servono allenamento ed esperienza.


Ma il primo passo di ogni meditazione è sempre il rilassamento fisico...


... ad esempio qualcosa come il training autogeno (J. Schultz, 1922) o il rilassamento progressivo di E. Jacobson (1937) o il Relax Lungo di Josè Silva (1966).


Quando il meridiano Triplice Riscaldatore è sovraeccitato allora sono necessarie molte cose prima che si possa ottenere un buon rilassamento fisico.


E poi è importante comprendere tutti i benefici ed i vantaggi che si ottengono da quel tipo di meditazione per avere la motivazione per praticare con costanza fino all'ottenimento dei risultati attesi.


Il tipo di meditazione scelto deve poi includere le proprie convinzioni ed i propri valori.

Ad esempio la preghiera può essere un tipo di meditazione non adatta per un ateo.


Con le giuste condizioni si può costruire un ponte fra conscio ed inconscio.

L'importante è che non ci siano in partenza pensieri conflittuali e meglio ancora se si conoscono esempi di persone per cui questa tecnica o questo tipo di meditazione ha già funzionato in passato.



Perchè se ha funzionato per qualcuno in passato e nel presente, funzionerà ancora (nelle giuste condizioni) in futuro.



Così la meditazione ti porterà attraverso un processo che ti insegna a tagliare fuori tutti gli input sensoriali che arrivano dall'esterno, finchè sei completamente focalizzato...

... e ritiri i 5 sensi dall'esterno: visivo, auditivo, cinestesico, gustativo e olfattivo...

... e con la pratica avrai accesso a stati passati, che hai già sviluppato e che saranno facili da richiamare a volontà e da qui muoverti avanti... nei mondi interni della mente.

Imparare a rilassarsi fisicamente è facile e ci sono alcuni libri che ti possono insegnare semplici e rapidi metodi come:



  • Charles Tebbetts "Self-Hypnosis & Other Mind Expanding Techniques"

  • L. LeCron "Self-Hypnosis"


E poi in commercio ci sono un sacco di cd ed mp3 che possono aiutare enormemente a condizionare lo stato mentale adeguato.

Tutto ciò che devi fare è trovare un posto tranquillo per 20 minuti, seduto su una sedia con la schiena ben diritta, piedi sul pavimento e palmi sulle cosce... e via! Comincia l'avventura.

| Top Exits (0)
Karma for this article:
Current karma: 2.96 of 5, 958 vote(s) 6327 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

0 Trackbacks

  1. Nessun Trackbacks

0 Commenti

Mostra commenti (Cronologicamente | Per argomento)
  1. Nessun commento

Aggiungi Commento


Enclosing asterisks marks text as bold (*word*), underscore are made via _word_.
Standard emoticons like :-) and ;-) are converted to images.
E-Mail addresses will not be displayed and will only be used for E-Mail notifications.
If you enter your twitter name, your timeline will get linked to your comment.


I commenti sottoposti sono soggetti a moderazione prima di essere mostrati.