Tecniche e Pratiche Energetiche per Corpo, Mente e Spirito

Primi Passi nello Yoga di un Completo Principiante (io)

Scritto da Guido • Lunedì, 3 luglio 2017


Non mi è mai piaciuto lo yoga a causa del gran casino che è associato a questa parola.

Tecniche fisiche, acrobatiche, mistiche e diversissimi maestri e diversissime correnti, spesso nemmeno congruenti tra loro.



Ma alcuni miei amici, che stimo molto, sono molto entusiasti di questa pratica e così mi sono messo ad investigare per conto mio.

Così per prima cosa ho scoperto che yoga significa semplicemente unione. Unione fra il sè mortale (la nostra piccola identità umana) e il nostro Sè immortale (la nostra natura divina).


Come seconda cosa ho preso uno yogi di riferimento, uno yogi riconosciuto come un grande maestro del passato e che ha lasciato una buona e valida bibliografia per cominciare.

Ho scelto Swami Vivekananda con il suo approccio al Maha Yoga (Grande Yoga) formato dai suoi 4 bracci:


  • Raja Yoga o Yoga del Fuoco (Spirito)

  • Jnana Yoga o Yoga dell'Aria (Mente)

  • Bhakti Yoga o Yoga dell'Acqua (Emozione)

  • Karma Yoga o Yoga della Terra (Fisico)

Il suo primo libro, che ho cominciato a studiare, è Raja Yoga (si trova in italiano nel libro Yoga Pratici, ed. Ubaldini) e comincia con una prefazione molto interessante su cosa sia il Raja Yoga.

Il Raja Yoga è un metodo, una scienza pragmatica sviluppata nel corso di migliaia di anni per studiare, investigare e generalizzare le facoltà spirituali potenziali dell'uomo.

Ad esempio il potere della preghiera o della manifestazione di desideri o le guarigioni inspiegabili.



Non c'è niente di
sovrannaturale, ma manifestazioni della natura più evidenti ed altre più
sottili. Le manifestazioni più grossolane sono rilevabili tramite i
sensi.

E le più sottili?
Questo
è il campo d'azione del Raja Yoga. La sua pratica porta alla percezione
delle manifestazioni più sottili, impalpabili e meno conosciute. In pratica anche gli eventi più inspiegabili sono spiegabili... ma occorre aver sviluppato il giusto mezzo di discernimento.


Tutti
i sistemi ortodossi di Yoga sviluppati in India (non il fitness-yoga di
stampo markettaro americano) portano alla liberazione dell'anima
attraverso la perfezione
. E tutti questi sistemi sono basati sulle
scuole Sankhya e Vedanta.


Il testo alla base del Raja Yoga è lo Yoga Sutra di Patanjali.

"Ogni
anima è potenzialmente divina e l'obiettivo è di manifestare questa
Divinità controllando la natura interna ed esterna. Fai questo sia
attraverso il lavoro, o l'adorazione, o il controllo psichico o la
filosofia - attraverso una o più o tutte queste - e sarai libero. Questa è la religione. Dottrine o dogmi, o rituali, o libri, o
templi, o forme, sono dettagli secondari
"

Swami Vivekananda









Yoga Pratici



€ 18



| Top Exits (0)
Karma for this article:
Current karma: 3.50 of 5, 6 vote(s) 766 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

0 Trackbacks

  1. Nessun Trackbacks

2 Commenti

Mostra commenti (Cronologicamente | Per argomento)
  1. Grande autore, altamente raccomandato!
  2. Grazie zio, spero proprio di essere partito dall'autore che mi possa dare una buona motivazione di base per praticare lo yoga, quello vero. :-)

Aggiungi Commento


Enclosing asterisks marks text as bold (*word*), underscore are made via _word_.
Standard emoticons like :-) and ;-) are converted to images.
E-Mail addresses will not be displayed and will only be used for E-Mail notifications.
If you enter your twitter name, your timeline will get linked to your comment.


I commenti sottoposti sono soggetti a moderazione prima di essere mostrati.