La ricrescita dei capelli è davvero possibile?

Comment

Benessere

La ricrescita dei capelli non è una leggenda, ma una realtà plausibile: solo a patto che vengano rispettate alcune condizioni, però. Gli approcci terapeutici a cui si può ricorrere per favorirla e per stimolarla sono diversi, ma prima di scegliere l’uno o l’altro non si può fare a meno di verificare lo stato di salute dei capelli, che deve essere preso in esame per garantire un quadro analitico esaustivo e soddisfacente: solo a questo punto è possibile mettere in atto la terapia più appropriata, per poi monitorare i risultati che si possono ottenere con il passare del tempo. Ovviamente è da escludere qualsiasi approccio fai da te: è importante, invece, rivolgersi a personale esperto, come per esempio quello di Cesare Ragazzi.

Se anche ci si affida ai migliori professionisti del settore, comunque, non è detto che qualsiasi caso possa essere risolto con successo: inffatti, la ricrescita di un capello – sia essa totale o parziale – è possibile unicamente in presenza di un follicolo che non è ancora atrofizzato del tutto. Una circostanza di questo tipo, di solito, si evidenzia a distanza di anni rispetto alla manifestazione dei primi sintomi di calvizie. Quando i follicoli sono atrofizzati, i capelli che vengono prodotti hanno un aspetto opalescente e sono molto sottili; inoltre, risultano così piccoli che sono più o meno invisibile. Insomma, sembra che i capelli siano caduti, ma non è vero.

Il processo di miniaturizzazione può essere bloccato, invece, quando il follicolo – pur sofferente – mantiene un determinato livello di vitalità. In questa situazione esso viene stimolato alla produzione di un capello più in salute. Come si può ben immaginare, più precoce è l’intervento nei confronti della miniaturizzazione del follicolo e più sono elevate le probabilità che i capelli ricomincino a crescere.

L’autotrapianto

La possibilità che i capelli caduti possano ricrescere in virtù di qualche prodotto miracoloso non è concepita dalla scienza, almeno in base alle conoscenze di cui disponiamo al momento. Senza usare troppi giri di parole, si può sostenere che allo stato attuale non sono previste soluzioni efficaci per la ricrescita, eccezion fatta per l’autotrapianto. Anche questa via, però, presenta degli ostacoli e dei limiti che vale la pena di prendere in considerazione. Quando si pensa al trapianto di capelli, spesso non si valuta il fatto che si sta parlando di una operazione chirurgica a tutti gli effetti, per altro effettuata unicamente da medici specializzati. Il trattamento che viene messo in atto in questo caso, comunque, è definitivo, dal momento che i follicoli destinati a essere trapiantati sono prelevati dallo stesso paziente da zone donatrici in cui l’azione dell’ormone DHT non è così potente come in quelle in cui si trovano i follicoli dell’area ricevente.

Il Metodo CRL

In quei casi in cui si preferisse o si dovesse evitare la soluzione del trapianto è possibile affidarsi al Metodo CRL – di Cesare Ragazzi Laboratories. Si tratta di un metodo che non è invasivo, perché non richiede un intervento chirurgico e, grazie alla sua naturalezza estetica e alla sua funzionalità, permette di vivere ogni momento della giornata in massima libertà.

L’importanza dell’alimentazione

Il modo in cui si mangia ha un ruolo decisivo dal punto di vista della salute dei capelli: è stato dimostrato che la crescita di una chioma forte e sana può essere influenzata da un regime alimentare corretto. Non è da escludere l’assunzione di integratori, uno dei trattamenti che possono essere previsti insieme con l’utilizzo di lozioni ad hoc e i massaggi effettuati sul cuoio capelluto. Effetti additivi non trascurabili provengono anche dalle terapie laser.

I farmaci

Il vero rimedio per i capelli che cadono va individuato nei farmaci: per il trattamento dell’alopecia androgenetica maschile, per esempio, si utilizza la finasteride. L’ormone DHT, a cui si è fatto cenno in precedenza, diventa tale grazie a uno specifico enzima che agisce sul testosterone: tale ormone è coinvolto nei processi di diradamento dei capelli e nella loro caduta, in quanto ha a che fare con la miniaturizzazione dei follicoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *